Numero 21 – febbraio 2012 – vicenza

19 Febbraio 2012

Yattaaaa!!!! Siamo ancora a Voi con un numero ricchissimo! Così ricco, ma così ricco che abbiamo dovuto aggiungere ben 4 pagine rispetto agli ultimi numeri. Per la verità non è la prima volta che accade, era già successo con i numeri 2, 3, 4, 5, 8, 9, 10, 11, 15 e 16, ma l’apporto di articoli degli allievi non è mai stato così abbondante! Tanto che qui in redazione abbiamo fatto solo un lavoro grafico. E per fortuna che è andata così! Altrimenti da soli non riusciremmo certo ad uscire con tanto materiale e con questa frequenza: non perdiamo un colpo quest’anno!!! Ogni mese siamo in “edicola” per Voi! Apriamo questo editoriale cospargendoci il capo di cenere per un errore madornale nel precedente numero: abbiamo confuso le due seconde acconciatori, premiando la II B quando, invece, gli articoli erano degli allievi di II A! Perdono, perdono, perdonoooo! Ovviamente ritiriamo subito il premio alla sezione B (che quatta quatta se l’era intascato senza meriti!) e lo consegniamo alla sezione A! Classe II acconciatori A ancora attiva su questo numero con un’intervista doppia, che torna tra le nostre pagine dopo qualche mese di assenza. L’autrice è Deborah, che ci invia anche delle barzellette (pubblichiamo la più simpatica) e un racconto-profilo sul fratello che è in viaggio per lavoro. Fa una professione che è salita alla ribalta in questi ultimi tempi per un fatto di cronaca che ha colpito il nostro paese. In questo numero poi si alternano racconti seri e introspettivi, ce li mandano Elia di III e Andrea di II acconciatori, a delle caricature divertenti dei nostri prof. (ce le mandano Alex, Denise ed Eleonora).

Quella di Denise gioca su una certa somiglianza tra un prof e un eroe dei cartoni animati, quella di Eleonora ci presenta una prof maaaaagra magra e quella di Alex sembra più la versione della nonna di una nostra prof più che la prof. vera e propria….ma giudicate voi! ☺ Siamo particolarmente emozionati per altri due articoli di questo numero! Il primo è di Renata (corso 178) che ci racconta un’esperienza particolare vissuta con alcun compagne di classe. In un mondo che corre e in cui ognuno pensa per sé e non ha mai tempo per gli altri, è una lettura che emoziona e fa pensare, pur nella sua semplicità e naturalezza. Il secondo è il primo articolo scritto nientepopòdimenochè…dalla Preside! Qui in redazione ci sarebbe sempre piaciuto che qualche compagno di classe o che qualche professore, dopo aver letto uno degli articoli da noi pubblicati, mosso dalla sua passione o dalle sue idee, prendesse carta e penna (o più modernamente tastiera e computer) e trovasse il modo di rispondere. Di dare la sua opinione, uguale o contraria all’articolo. Mai, mai e ancora mai ciò è successo! Fino a che non giunge una mail dalla nostra Preside! Ed ecco che Renata, Mattia e Silvia, autori di articoli dello scorso numero, trovano in questo, delle risposte o dei semplici commenti ai lori pensieri! Bello! Bello! Chiudiamo questo editoriale ringraziando tutti coloro che erano presenti alla conferenza del 23 gennaio (grande successo!) e rinnovando l’invito a partecipare ai corsi e a tutte le future iniziative che Victory ha in cantiere: tenete monitorato il profilo FB del Giornalino!

Top